e se poi

he is more into me than i am into him? cioè, io da lui sono arrivata li.. nel petto.. dritta.. sto li.. – ma lui da me no.. non ancora.. forse ci arriverà.. forse no.. – è che non lo so.. confusa e felice cantava carmen.. – vado col freno a mano.. tante seghe mentali.. – penso alle parole che mi dicevi tu.. che so che passerai per leggermi “credi di essere ancora capace ad avere una relazione, qualcuno accanto, che ci sia sempre?” – sai che me lo chiedo quasi tutti i giorni? non ho risposte.. io che “vivo di condivisione” ma “ho bisogno dei miei spazi”.. d’un tratto mi ritrovo a dover fare i conti con una vita che potrebbe cambiare.. uno spirito libero che si sente insicuro.. come un felino, che si vede crescere un recinto intorno.. – spengo il cervello.. una settimana alle vacanze.. tanto bisogno di cambiare postazione.. tanta voglia di leggerezza.

2 thoughts on “e se poi

  1. Cara, vivila liberamente. Non legarti sentimentalmente, Non negare te stessa, condividete tutto ciò che potete e volete. Se state bene insieme, non farti troppe domande. Vivete il tempo che volete e che si può insieme. Nulla è per sempre, lui è un compagno che ti sta accompagnando in questo periodo di vita. Non limitare il tutto e non categorizzare. Finché andate d’accordo e state bene insieme, facciatelo… Scusa se mi sono permessa, è bello sentire di nuovi sentimenti da conoscere e riconoscere. Eheh. Abbraccio.

    • ma ciao francesca :) (mi sto giusto chiedendo come tu sia arrivata quì) ..grazie x le tue parole.. la mia è una mente complessa..la mia storia lunga.. cerco di lasciar andare.. di dargli.. e di darmi.. una possibilità.
      un abbraccio

Leave a Reply to Francesca Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *